Obiettivi

Ubiquitous Pompei nasce con l’obiettivo attivare nella città una serie di opportunità tecnologiche che trasformino Pompei in un modello di innovazione nella governance, promuovendo forme di cittadinanza attiva, capaci di valorizzare le infrastrutture tecnologiche del Comune (es.: il WiFi cittadino) a partire dai giovani e dalle scuole del territorio.

Il progetto consiste in un percorso intensivo di formazione alle tecnologie ubique, alla loro possibilità di creare processi di governance, gestione partecipativa delle città e nuovi usi degli spazi e delle infrastrutture pubbliche, dedicato agli studenti delle scuole medie superiori.

La formazione prevede lezioni frontali (workshop) e in distanza, ed è strutturata su quattro livelli:

  • creazione di scenari
  • trasferimento di metodologie e tecnologie (incluso formazione e accesso a piattaforme open source di publishing crossmediale, location based e in realtà aumentata)
  • attivazione di processi partecipativi (attraverso azioni sul territorio, piaffaforme digitali, uso avanzato dei social network)
  • progettazione

Il risultato è un laboratorio sperimentale in cui tecnologie come la realtà aumentata diventano accessibili ai giovanissimi nel periodo cruciale della loro formazione, trasformandosi nello strumento di una nuova e contemporanea cittadinanza e nella possibilità di inventare nuovi modelli di partecipazione alla sfera pubblica in cui scuole e studenti sono attori reali della progettazione e della gestione della città, di concerto con le amministrazioni e le istituzioni locali.